Visitateci sul
Accentro - telefono (0) favoriti
Accentro - numero di telefono
accentro divider schatten
accentro divider schatten
18
05
2017

Proprietari privati che locano: Berlino è al di sotto della media

Acquistare un immobile residenziale è finanziariamente più conveniente che vivere in affitto in un immobile analogo fino alla vecchiaia. Inoltre anche le  preoccupazioni per eventuali innalzamenti dei prezzi degli affitti svaniscono. Oltre che per uso personale gli immobili residenziali si addicono come investimento di capitali per il pensionamento. Uno sguardo alla statistica mostra che esistono differenze tra i locatari privati e commerciali. Spesso è più conveniente affittare da un proprietario privato.

La ripartizione nel mercato immobiliare

Persone private che locano nel mercato immobiliare berlinese sono decisamente poche. Il mercato degli affitti continua ad essere dominato da società di edilizia residenziale. Questo non è necessariamente a vantaggio degli affittuari. Di fatto tutte le imprese come del resto i proprietari privati sono soggetti a determinati parametri legali quando locano un immobile. Tuttavia le società di edilizia residenziale, oltre a possedere una lunga esperienza nel settore, sono società orientate al profitto, ovvero gestiscono in modo professionale i loro rapporti con gli affittuari per massimizzare i propri guadagni. Al contrario i termini e le condizioni di locazione negoziate con un proprietario privato possono essere adattate alle circostanze personali dato che entrambe le parti sono interessate ad un utilizzo armonioso dell’immobile e a mantenere relazioni di cooperazione. Una conseguenza di questa impostazione è il fatto che proprietari privati a differenza di società commerciali sono più riluttanti ad innalzare i prezzi degli affitti, come è dimostrato dalle varie ricerche. La comunicazione con un individuo privato è più semplice, veloce e personale – nella vita quotidiana questo rappresenta un grosso vantaggio.

Berlino è il fanalino di coda in Germania

La quota di proprietari immobiliari nella capitale ammonta a 15 per cento, decisamente al di sotto della media nazionale e delle metropoli internazionali. La quota di proprietari immobiliari a Londra ammonta a 22 per cento, a New York addirittura a 31 per cento. Anche  in grandi città tedesche come Amburgo, Monaco di Baviera e Francoforte sul Meno la quota di proprietari immobiliari si aggira mediamente intorno al 20 per cento. Nonostante condizioni convenienti come bassi tassi d’interesse e salari in crescita, Berlino resta il fanalino di coda in questa classifica, come si evince dai dati dell’Istituto Federale di Statistica. Questo anche a causa delle politiche della regione Berlino, che si orientano maggiormente in favore degli affittuari anziché promuovere la proprietà privata. Tuttavia a fronte del rischio di povertà in età di pensionamento si dovrebbero prendere in considerazione i vantaggi di possedere un immobile di proprietà e promuovere questa classica forma di pianificazione pensionistica.

Suggerimenti per promuovere la proprietà privata

Ci sono diverse leve che il corpo politico potrebbe tirare per promuovere la formazione della proprietà privata. Si potrebbe ad esempio in primo luogo abbassare l’imposta sugli acquisti immobiliari che attualmente ammonta al sei per cento del prezzo d’acquisto, in secondo luogo si potrebbe sostenere le famiglie con redditi precari con prestiti agevolati attraverso la banca statale Investitionsbank Berlin o ancora abolire la conversione di alcuni distretti in zone in cui si tutela la composizione demografica. Dopotutto, la promozione della proprietà privata è inclusa nel mandato legale del governo della città di Berlino, come è stabilito dall’articolo 28 costituzione federale. Lo scopo della clausola costituzionale è quello di creare e preservare alloggi per le persone con redditi bassi attraverso sovvenzioni statali e di promuovere lo sviluppo di nuove abitazioni, stabilendo che si ha diritto ad uno spazio abitativo adeguato. Inoltre l’articolo 47 della Costituzione dice in aggiunta che lo Stato è obbligato a fare di tutto per la realizzazione del diritto ad avere uno spazio abitativo adeguato, in particolare attraverso la promozione della proprietà privata perseguendo programmi di costruzione di alloggi sociali, così come attraverso la protezione inquilino e sussidi per l'affitto.

Avete ulteriori domande?

Siamo per voi disponibili a
rispondere qualsiasi domanda!

contatto – scrivere una email

Relazione statistica immobiliare 2015:

Attualità: panoramica
sui nuovi dati
relativi a 82 città

Ordina adesso

Non avete trovato ancora l’appartamento ideale?

Qui potete scegliere secondo i vostri desideri, scaricare l’offerta scelta come file PDF, stampare o condividere in facebook.