Visitateci sul
Accentro - telefono (0) favoriti
Accentro - numero di telefono
accentro divider schatten
accentro divider schatten
20
04
2017

L’acquisto di un immobile è finanziariamente più vantaggioso dell’affitto

Un attuale studio dell’Istituto di ricerca Empirica in collaborazione con LBS Research mostra che l’acquisto di un immobile residenziale per uso personale è finanziariamente più vantaggioso che vivere in affitto in un immobile simile fino alla vecchiaia. L’analisi si basa sull’attuale inchiesta del reddito e del consumo (EVS) realizzata dall’Istituto federale di statistica. Questi hanno esaminato per un lasso di tempo prolungato le spese di alloggio di nuclei familiari in affitto e residenti in case di proprietà. Per lo studio di Empirica e LBS Research sono stati presi in considerazione affittuari e proprietari d’immobile con un reddito mensile netto tra 2.000 e 3.000 euro, per entrambi sono state esaminate le spese di alloggio effettive. Gli elementi decisivi presi in considerazione dall’analisi erano gli affitti lordi comprese di spese per quanto riguarda gli affittuari, mentre per ciò che concerne i proprietari l’importo dei tassi d’interesse, dell’ammortamento e dei costi accessori. Il principale risultato emerso dallo studio è che l’onere iniziale dovuto dall’acquisto di un appartamento è generalmente maggiore rispetto ai costi abitativi di un appartamento con caratteristiche simili in affitto. Tuttavia considerando il lungo periodo i proprietari immobiliari traggono maggiori benefici.

Le spese di alloggio calano per i proprietari di immobili

Secondo lo studio, con il passare del tempo i nuclei familiari in affitto devono fronteggiare possibili costanti aumenti dei costi abitativi mentre le spese dei proprietari immobiliari diminuiscono stabilmente. Inoltre secondo LBS Research, una volta che l’immobile è stato ripagato i suoi proprietari devono corrispondere solamente un euro su sei per le spese abitative, quest’ultime per i proprietari senza debiti dovrebbero ammontare a 16 per cento del loro reddito.  Gli affittuari viceversa nello stesso periodo temporale devono pagare quasi un terzo del loro reddito per le spese abitative. Inoltre secondo i dati emersi i proprietari dispongono di superfici abitabili più ampie. Immobili di proprietà sono spesso dotati di maggiori confort rispetto ad appartamenti in affitto. Gli autori dello studio ritengono che i proprietari immobiliari dopo un certo periodo di tempo disporranno della differenza delle spese abitative per altri beni di consumo. Mediamente in comparazione ai nuclei familiari in affitto questi risparmi si aggirano a circa 100 euro al mese – le cifre risparmiate tendono ad aumentare a seconda dell’età del proprietario. Contribuisce a questo risparmio il fatto che i proprietari a differenza degli affittuari tendono ad amministrare le proprie quattro mura contenendo i costi, per esempio non avvalendosi di lavoratori esterni per piccole riparature. Tuttavia il più grande vantaggio per i proprietari immobiliari, oltre a spese inferiori, è il fatto che non si debbano preoccupare di possibili aumenti degli affitti o di essere mandati via.

Avete ulteriori domande?

Siamo per voi disponibili a
rispondere qualsiasi domanda!

contatto – scrivere una email

Relazione statistica immobiliare 2015:

Attualità: panoramica
sui nuovi dati
relativi a 82 città

Ordina adesso

Non avete trovato ancora l’appartamento ideale?

Qui potete scegliere secondo i vostri desideri, scaricare l’offerta scelta come file PDF, stampare o condividere in facebook.